Apertura corsi

Corsi SetteStelle

Corsi SetteStelle

Corsi

Riaprono i corsi, che si terranno nelle diverse sedi (vedi sedi).

KUNG FU
Come ogni anno ci sarà un corso per bambini a partire dagli 8 anni, corsi adulti per principianti e diversificati per i vari livelli.
I corsi si terranno con frequenza bisettimanale a diversi orari e in diverse sedi.
Lunedì e mercoledì
17:00 bambini – 17:30 ragazzi/adulti – 20:30 ragazzi/adulti

______________________________________

QI GONG e TAI CHI CHUAN
I corsi si terranno con frequenza bisettimanale a diversi orari e in diverse sedi. Gli esercizi sono estratti dal QiGong medico e marziale. Gli stili di Tai Ji Quan sono lo stile Yang e del Wudan.
Lunedì e mercoledì 18:30 Qi Gong – 19:30 Tai Ji Quan

 

QI GONG PER LA TERZA ETA’
Le lezioni si svolgeranno eseguendo esercizi semplici e divertenti, che aiuteranno a sciogliere le articolazioni ed a mantenerle elastiche.
Particolare attenzione sarà dedicato all’aspetto posturale e alla ginnastica per la colonna vertebrale. La respirazione e l’equilibrio, statico e dinamico, saranno allenati e sviluppati.
Tutti gli esercizi, controllati e corretti dall’insegnante, sono adeguati e alla portata di chiunque.
Lunedì e mercoledì 17:00

_______________________________________

TUINA (MASSAGGIO TRADIZIONALE CINESE)
E TECNICHE COMPLEMENTARI

Riprendono i corsi di Tuina (massaggio tradizionale cinese) e tecniche complementari. Incontro gratuito di presentazione dei programmi.

Programma di studio.

Argomenti:

• Anatomia – anatomia applicata

• Basi di Medicina Tradizionale Cinese (MTC):
yin/yang, wu hsin, jing/luo, jing/qi/shen, zhang/fu

• Le 8 regole diagnostiche

• Le cause della malattia: 6 fattori patogeni esogeni – le 7 emozioni

• Studio dei meridiani 12 jing/luo, gli 8 straordinari, meridiani tendinomuscolari

• Criteri di localizzazione dei punti di agopuntura

• I punti shu dorso, shu antichi, mu dell’addome, influenti, di apertura dei canali straordinari

• Il percorso circadiano del Qi e i livelli energetici degli organi e visceri

• Le 8 tecniche di base del Tuina

• Approfondimento delle tecniche di massaggio

• Mobilizzazioni e manipolazioni nel tuina

• Qi Gong per l’operatore

• Il trattamento – uso di creme, olii, altri materiali

• Deontologia e comportamento etico, il rapporto con il medico

• Il rapporto con il ricevente

• Testi consigliati

Tecniche complementari:

• Coppettazione

• Moxibustione
Le lezioni verranno svolte da Sergio Marzicchi, fisioterapista e da molti anni studioso di medicina tradizionale cinese.

Per informazioni e prenotazioni:
Sergio 347.9334972
sergiomarzicchi@virgilio.it

Kowloon Park

porta-a-cerchio

Porta a cerchio

Kowloon Park, ad Hong Kong; qui ho iniziato a studiare il Chut Xing Tong Long (Qi Xing Tang Lang), Mantide Religiosa delle 7 Stelle.

Per 9 anni, un mese all’anno, sono andato  ad Hong Kong per studiare con il M° Lee Kam Wing. Queste sono alcune immagini del parco, che sta su Nathan Road (la via principale di Kowloon) dove con grande impegno e tanto, tantissimo sudore, ripetevo quello che avevo appreso dal mio Maestro.

La giornata di allenamento cominciava alle 6 del mattino con la pratica di Qi Gong chiamata ShiPa Lian Gong.

Ogni volta che rivedo la porta a cerchio, nella parte alta del parco, provo una forte emozione che mi riporta al primo viaggio, nel 1995.

 vedi foto

Effetti del TaiJi Quan

Qi-Gong

Uno studio pubblicato sulla rivista Cell Transplantation rende note le conclusioni di una ricerca condotta dalla China Medical University Hospital che afferma che la pratica del TaiJi Quan favorisce la produzione di nuove cellule   ematiche, la vasodilatazione e la circolazione sanguigna contribuendo a mantenere giovane l’organismo.

 

leggi l’articolo (fonte TGCOM24)

Qi Gong

spingere-il-cielo

Ba Duan Jing: spingere il Cielo

Il Qi Gong, antichissima pratica salutare cinese,  attraverso il movimento e le posizioni del corpo, il respiro, la concentrazione del pensiero mira all’ottenimento di uno stato di benessere fisico e mentale.

Stimolando l’energia vitale (Qi) interna si ottiene il potenziamento del sistema immunitario, regolando le funzioni vitali e migliorando le capacità mentali.

Nel corso dei secoli si sono sviluppate molte scuole di Qi Gong in Cina:

quella Confuciana, che spinge al perfezionamento del carattere e del comportamento (sociale e familiare) grazie allo sviluppo della Virtù (De);

quella Taoista, che tende al sincronismo tra microcosmo (Uomo) e macrocosmo (Natura) in quanto regolati dalle stesse leggi, quelle del Tao;

quella buddista, che attraverso l’allontanamento dell’illusione della personalità individuale ricerca l’illuminazione.

All’interno di queste scuole di pensiero, sono venute a crearsi altre differenze che specializzarono la pratica in funzione dell’ambiente nel quale si praticava e sviluppava. Ad esempio, si possono distinguere diversi settori di Qi Gong:

Dao Yin. Utilizza prevalentemente il movimento del corpo per condurre il Qi all’interno di esso.

Tu Na. Pone l’accento sulle tecniche respiratorie e i suoni.

Nei Dan. Mettein risalto le capacità mentali per sviluppare l’alchimia interna.

Chan Ding. Ricerca del vuoto mentale attraverso la pratica statica della meditazione Chan.

Infine si può suddividere ulteriormente il Qi Gong in tre correnti principali:

Qi Gong medico. Il più antico, che si è sviluppato per curare e, soprattutto, per prevenire le malattie.

Qi Gong religioso. Praticato nei monasteri, che concentra la pratica al fine di raggiungere la propria evoluzione spirituale.

Qi Gong marziale. Si è diffuso nelle scuole e nei monasteri dove era praticato il Kung Fu; ricercava il potenziamento del corpo, del respiro e dello spirito.

All’interno del monastero Shaolin, nella regione dell’Honnan, insieme alle Arti marziali i monaci praticavano le varie scuole di Qi Gong, per potenziare il proprio corpo, elevarsi spiritualmente ed essere in grado di curare gli altri. Le tecniche praticate nel monastero erano:

 

  • Yi Jin Xi Sui Jing (cantonese = Yi Gan Ging) Classico dei tendini e dei midolli.
  • Ba Duan Jing (canton. = Pa Tin Kam) Otto pezzi di broccato.
  • Wu Xinxi (canton. = Mm Kam Mei) Il gioco dei 5 animali.
  • Shi Pa Lohan Qi Gong (canton. = Sap Pa Lohan Qi Gong ) Il Qi Gong dei 18 Buddha.
  • Tie Shan (canton. = Ti Sam) La camicia di ferro.

 

Utilità del Qi Gong

qi-gong-ideogrammaIl significato del termine Qi Gong è “lavoro sull’energia vitale”. Questo termine moderno sta ad indicare un insieme di pratiche fisiche, respiratorie, mentali che staticamente o in modo dinamico sviluppano le potenzialità della persona migliorando la salute, le capacità fisiche, avvicinando alla spiritualità.

Il Qi Gong si è potuto sviluppare negli ambienti confuciano, buddista, taoista ed anche in ambito popolare.

Attualmente in Occidente si è molto sviluppato diffuso e praticato il Qi Gong medico; sia in ambito preventivo, sia come forma di terapia.

Nel 1955 a Tangshan, nella provincia cinese dell’Hebei, fu aperto il primo reparto ospedaliero di Qi Gong che aveva lo scopo, non solo di curare pazienti utilizzando esercizi e pratiche fisiche, respiratorie e mentali, ma anche osservarne l’efficacia e gli effetti creando studi e statistiche.

tendere-arco1

 

Gli esercizi di Qi Gong possono avere finalità diverse: correggere atteggiamenti posturali, ridurre i danni dell’artrosi, aumentare la capacità elastica dei legamenti e dei muscoli nonché la resistenza delle ossa, migliorare l’equilibrio, aiutare a risolvere problemi come l’insonnia, l’ipertensione, disturbi gastrointestinali, disfunzioni mestruali e altro.

 

Alcuni esercizi sono completamente statici, in piedi, sdraiati o seduti; la maggior parte sono dinamici, in movimento. In certi esercizi è messo in risalto il lavoro fisico (Ba Duan Jing otto pezzi del tesoro), oppure quello respiratorio (Liu Zi Jue sei suoni segreti) oppure quello mentale (Tzuo Chan meditazione seduta).

Nei concetti della medicina cinese la salute è un dono che deve essere preservato, coltivato e nutrito.

Non bisogna aspettare di ammalarsi per occuparsi della propria salute.

La salute va mantenuta e migliorata con l’impegno costante su se stessi.